fbpx
Sp3
comunicazione e grafica

Kobe Bryant e l’immagine coordinata aziendale

di Marco Torreggiani
18 Giugno 2020

Kobe Bryant è stato uno dei più grandi cestisti di sempre. Ha giocato per 20 anni nei Los Angeles Lakers, vincendo tutto. Se Kobe è diventato un’icona globale dello sport, è anche grazie alla sua etica del lavoro e alla sua filosofia di vita, la MAMBA MENTALITY, descritta nell’omonimo libro (ndr. Kobe era soprannominato BLACK MAMBA).
In una intervista Kobe ha parlato di uno degli aspetti più importanti della Mamba Mentality, che lui ha sempre cercato di perseguire:

 

“PROVA AD ESSERE LA MIGLIORE VERSIONE DI TE STESSO.
Vuol dire provare a migliorarsi ogni giorno. È una missione continua, infinita.”

 

Questa affermazione di Kobe, oltre che essere un obiettivo personale notevole, si presta ad essere considerata da un punto di vista aziendale.

Scommetto che tu fai di tutto per offrire al mercato la migliore versione della tua impresa, cercando di trasmettere al tuo pubblico, i prodotti, i valori e le caratteristiche che rendono unica la tua azienda.

Questo impegno dovrebbe essere valido per tutti i canali di comunicazione utilizzati, a partire dall’immagine coordinata aziendale, che deve rispecchiare l’essenza della tua azienda. Purtroppo ci sono imprese che trascurano l’immagine aziendale, offrendo al mercato una loro versione sbiadita e poco chiara.

 

 

In questo articolo vorrei aiutarti a costruire un’immagine coordinata aziendale consona alla tua azienda, che possa essere uno strumento in grado di migliorare la comunicazione d’impresa, risaltando l’immagine della tua azienda e distinguendola dalla concorrenza.

1. Cos’è l’immagine coordinata aziendale?

(Se sai già cos’è, passa al punto 2)
L’immagine coordinata aziendale è formata da un insieme di simboli, colori, font e immagini che combinati tra di loro formano un layout grafico che rappresenta l’immagine di un’azienda al suo esterno. Si dice coordinata perché questo layout deve essere ripreso su tutti i materiali di comunicazione utilizzati, in modo coerente: logo, biglietto da visita, brochure, catalogo, carta intestata, buste, insegna, sito, social, ecc.

2. Perché è importante?

(se lo sai già continua a leggere, certe cose è meglio ripeterle!)
Innanzitutto un’immagine coordinata fatta bene, agli occhi di un potenziale cliente, è sinonimo di professionalità.
Prenoteresti un soggiorno in un hotel che ha 2 loghi e 2 indirizzi diversi sul proprio sito e su Booking? Avresti fiducia? Sinceramente io no.
Quindi avere un’immagine coordinata è già un primo passo per non perdere fatturato.

 

SEI UNA PMI? Ricevi consigli pratici sulla comunicazione.
Tranquillo, anche a noi non piace lo spam.

 

3. Un’immagine coordinata efficace che caratteristiche deve avere?

Deve essere immediatamente riconoscibile, coerente ed unica.

Riconoscibile
Tutti gli elementi visuali (font, colori, simboli, ecc.) devono essere mixati, formando un’immagine grafica esteticamente gradevole e soprattutto immediatamente riconoscibile.

 


Photo by Taras Chernus on Unsplash

 

Coerente
Il logo, il biglietto da visita, la brochure, il sito, i profili social, ecc. devono avere un aspetto visivo uniforme, coordinato appunto! Altrimenti saremmo di fronte ad un’immagine scoordinata aziendale.
La grafica dovrà essere adattata ed ottimizzata in ogni supporto di comunicazione, mantenendo un aspetto uniforme, per rendere riconoscibile la tua azienda.

 

 

Unica
È necessario andare oltre all’estetica per essere realmente efficaci. L’immagine coordinata deve essere in grado di trasmettere i valori della tua azienda, in cui un potenziale cliente si può riconoscere e farli propri.
La scelta del logo, dei colori, del font, del tono di voce deve essere allineata alle caratteristiche aziendali, alla sua mission e alla sua vision. Emergerà l’unicità della tua impresa rispetto alla concorrenza.

 

Per esempio la bandiera olimpica ha un significato ben preciso.

Da wikipedia: “De Coubertin, l’ideatore della bandiera olimpica, nella Rivista Olimpica del 1913, spiegò che i cinque anelli si riferiscono ai cinque continenti abitati e che i sei colori (compreso il fondo bianco) sono quelli presenti nelle bandiere di tutto il mondo […]

Secondo l’attuale interpretazione ufficiale del CIO il vessillo simboleggia l’unione dei continenti e dunque l’universalità dei giochi.”

4. Evoluzione

Chiudiamo soffermandoci sulla seconda parte della frase Kobe Bryant:

“Prova ad essere la migliore versione di te stesso.
VUOL DIRE PROVARE A MIGLIORARSI OGNI GIORNO. È UNA MISSIONE CONTINUA, INFINITA.

Anche in questo caso è possibile avere un punto di vista legato all’immagine coordinata di un’azienda.
Un’impresa non è mai ferma, è in continua evoluzione. Il mondo cambia, le persone cambiano, i mercati si trasformano. Gli strumenti di comunicazione cambiano, alcuni vengono abbandonati, ne nascono altri di nuovi (pensa ai social…). Quindi è necessario curare l’immagine coordinata della tua azienda continuamente. Dovrai coltivarla, adattarla, aggiornarla per provare a renderla la migliore versione di se stessa. Ogni giorno. Sempre.
Mamba out.

 

NOTA: Immagine di copertina di Keith Allison / CC BY-SA

Sei una PMI? Ricevi consigli pratici sulla comunicazione

L’esperienza di Sp3 con la Piccola Media Impresa a disposizione degli imprenditori che vogliono fare comunicazione. Ricevi dei consigli utili ogni 2 settimane.

*Tranquillo, anche a noi non piace lo spam.