fbpx
Sp3
comunicazione e grafica

Perchè le tue foto vengono sempre stampate male?

di Mauro Savazza
14 Marzo 2019

Vi è mai capitato che la tipografia o il grafico vi dicessero che le foto che avevate scelto per la vostra pubblicazione non fossero abbastanza “grandi”? Oppure non fossero della qualità adeguata?

O addirittura che, dopo aver passato intere giornate per selezionare le migliori per il vostro catalogo, vi dicessero che andavano rifatte?

In questo articolo vi spiegherò, con parole semplici, come scegliere le foto migliori in base alla risoluzione.

Ma che cos’è la risoluzione?

Innanzitutto, quando vi dicono che l’immagine non è abbastanza “grande”, significa che non ha una risoluzione sufficiente per l’utilizzo preposto.

Ogni immagine digitale è composta da innumerevoli quadratini luminosi disposti in una griglia come quella di un cruciverba: più ce ne sono, più l’immagine sarà “grande”, cioè avrà una risoluzione maggiore.

Per esempio: se la vostra immagina proviene da un iPhone X, sarà di 4.032×3.024 pixel, che, moltiplicati tra di loro, risultano 12.192.768 di pixel (12 megapixel). Se invece avete una fotocamera che scatta foto da 6.048×4.024 pixel, il risultato sarà un’immagine da 24 megapixel.

 

I diversi utilizzi

Gli utilizzi di un’immagine possono essere molteplici, ma in questo articolo analizzeremo solo gli usi principali, come l’utilizzo in rete, le presentazioni, i video e la stampa. Tutti i supporti per la visualizzazione digitale sono composti da pixel luminosi, come i monitor dei computer, gli schermi televisivi, gli smartphone e i videoproiettori, tranne i supporti stampati, per i quali il discorso cambia.

 

Le foto sul web

L’utilizzo delle proprie immagini su un sito o sui social non è mai un problema, dato che le necessità della rete richiedono dimensioni contenute per favorire un caricamento rapido. La foto del profilo di Facebook è di 170×170 pixel, mentre la cover arriva a 820×315. I post prevedono immagini di 1.200×630 pixel, mentre Instagram preferisce 1.080×1.080.

Anche sul proprio sito difficilmente si superano i 1.200 pixel.

Powerpoint, Keynote, Prezi e altri programmi di presentazione

Le regole sono semplici: dipende dal supporto utilizzato per visualizzare le slide.

Facciamo alcuni esempi: se visualizziamo le slide sullo schermo di un PC, dovremo utilizzare una dimensione non inferiore a quella dello schermo stesso: 1.366×768 pixel è la più utilizzata, ma se utilizzate un televisore di grande formato, magari 5k, la risoluzione arriverà a 4.096×2.160 pixel. Infine, se si utilizza un videoproiettore, una risoluzione di 1.280×768 pixel accontenterà tutti.

Video

Segue le stesse regole delle presentazioni, ma in fase di creazione conviene sempre realizzarlo alla risoluzione più alta, in modo da poterlo utilizzare su tutti i dispositivi: 4.096×2.160 pixel e passiamo oltre.

Stampa (le dimensioni contano)

Arriviamo al tasto dolente.

La stampa necessita di immagini di risoluzione molto alta, perché, differentemente dai casi precedenti, non vengono stampati i pixel, ma un retino di punti con una trama fissa. Per questo motivo, se l’immagine non ha abbastanza informazioni per riempire completamente il retino, risulterà poco definita, come se fosse sfocata.

Le immagini per una stampa perfetta devono avere una risoluzione di 300 dpi (Dot Per Inch) a parità di dimensione.

Cosa significa?

Poiché i punti sono analoghi ai pixel, ogni 300 pixel di immagine avremo una stampa di dimensione di 1 pollice (2,54 cm). Pertanto se vorrete stampare una foto larga 10 cm, dovrà misurare almeno 1.181 pixel. Per una pagina A4 (21×29,7 cm) servirà una foto di 2.480×3.508 pixel.

Per semplificare: servono 118 pixel ogni centimetro di superficie stampata.

Come faccio a capire quali sono le dimensioni delle mie foto?

Esistono diversi metodi: se avete Photoshop, è sufficiente aprire l’immagine e dal menù File/Info file…otterrete tutte le informazioni necessarie, anche quale apparecchio fotografico ha scattato la foto. Se l’immagine è sul web, è sufficiente cliccare con il tasto destro e selezionare View properties o Ispeziona, dipende dal browser che utilizzate. Se invece l’immagine è sul computer, sempre con il tasto destro selezionate la voce Get Info (Mac) o Properties (Windows).

Considerate che difficilmente le immagini scaricate da internet avranno una risoluzione sufficiente per una buona qualità di stampa e non dimenticate che la maggior parte sono vincolate da copyright.

L’ultimo suggerimento riguarda i metodi di spedizione.

Inevitabilmente le foto ad alta risoluzione hanno anche grandi dimensioni, che possono raggiungere le centinaia di megabyte, rendendo complicata la spedizione tramite mail. Esistono diversi metodi alternativi, come siti che offrono servizi di spedizione (WeTransfer, File Dropper, ecc.), siti di condivisione tramite cloud (DropBox, Google Drive, ecc.) e condivisioni Ftp o PeerToPeer.

Clicca qui per leggere l’articolo sugli strumenti per trasmettere file di grandi dimensioni.

Evitate l’utilizzo di Social Network e di applicazioni di messaggistica come WhatsApp, Telegram, Messenger o simili, perché la vostra foto verrà automaticamente ridotta a bassa risoluzione. D’altra parte lo scopo di questa app non è certo il trasferimento di file.

In ogni caso, quando vi rivolgerete al vostro grafico, saprà spiegarvi al meglio come scegliere immagini perfette, o, se ti fa piacere, inviami una foto, ti dirò se va bene.

Sei una PMI? Ricevi consigli pratici sulla comunicazione

L’esperienza di Sp3 con la Piccola Media Impresa a disposizione degli imprenditori che vogliono fare comunicazione. Ricevi dei consigli utili ogni 2 settimane.

*Tranquillo, anche a noi non piace lo spam.